Alla scoperta della Business Intelligence

19 Gennaio 2012
Contattaci

Scarica l’articolo: Il Quotidiano FVG 19.01.2012

Il Quotidiano FVG 19.01.2012

ALLA SCOPERTA DELLA BUSINESS INTELLIGENCE
Uso e consumo della tecnologia che mette d’accordo tutti.

“Insieme di concetti e metodologie che permettono in modo efficace l’accesso, l’esplorazione e l’analisi delle informazioni aziendali” la Bi (acronimo di Business Intelligence) è il termine un po’ inflazionato e per alcuni ancora molto oscuro che rappresenta lo strumento per trasformare i dati in informazioni, e dunque in conoscenza, a supporto del processo decisionale. Ma andiamo per gradi. I dati sono quelli che ognuno di noi tratta più o meno direttamente e sono “descrizioni elementari, spesso codificate, di una cosa, di una transazione, di un avvenimento”; pensiamo ai dati di produzione, di ordinato e venduto, di flusso di cassa, ecc. L’informazione invece rappresenta il gradino successivo nella scala della conoscenza riguardando il contesto in cui i dati sono raccolti e la loro codifica in forma comprensibile, ovvero il significato attribuito a tali dati.

Chiunque di voi lavori sui dati, raccogliendoli in forma strutturata (attraverso gestionali, crm, ecc.) o non strutturata (fogli excel, access, ecc.) si è mai chiesto quali informazioni utili sarebbe possibile ricavare dagli stessi? Certo, esistono i report standard, le esportazioni in formato excel, le elaborazioni manuali ma sono tutte soluzioni “fai da te” che spesso non rispondono alle esigenze aziendali, sono ricorsive e dispendiose in termini di tempo, e potenzialmente imprecise.

Da questi presupposti nasce l’esigenza di farsi aiutare da una tecnologia che, a prescindere dalla fonte dati di partenza, permetta di strutturare i dati per oggetto di analisi (acquisti, vendite, ecc.), aggregarli a livello di dettaglio desiderato, escludere quelli non rilevanti, rendendo le informazioni così ottenute navigabili e fruibili in maniera semplice in base alle dimensioni dell’analisi. Ecco, in estrema sintesi, cosa fa la Business Intelligence.

I vantaggi nel suo utilizzo per un organizzazione aziendale di qualsiasi dimensione e tipologia sono molteplici sia a livello generalizzato che a livello specifico/di mansione. L’introduzione di una tecnologia di business intelligence infatti favorisce: l’accesso diretto alle informazioni da parte di responsabili e dipendenti che possono attingere alle informazioni di interesse dovunque, sempre, all’ultimo aggiornamento; l’affinamento della strategia e controllo, in quanto migliora l’allineamento in tutta l’organizzazione, consentendo di articolare la strategia, impostare gli obiettivi, controllare le prestazioni, eseguire analisi di gruppo e quindi assumere decisioni consapevoli per supportare la strategia aziendale nel suo complesso; la semplificazione e la condivisione del business, consentendo a tutti i dipendenti dell’azienda di prendere tempestivamente le decisioni più corrette migliorando l’efficienza organizzativa.

A livello specifico, l’utilizzo di questa tecnologia è di supporto a ognuna delle singole aree aziendali: per fare qualche esempio, aiuta la direzione generale a monitorare le principali prestazioni di impresa, il comparto commerciale ad analizzare ordinato e spedito, venduto e pagamenti, l’amministrativo a pianificare e monitorare i principali flussi di cassa finanziari, la logistica a pianificare la supply chain e determinare il livello ottimale dei volumi produttivi, ecc. A oggi, la Bi rappresenta un valido ed economico supporto all’organizzazione aziendale perché trasforma in conoscenza la moltitudine dei dati raccolti che, se tradotti correttamente, forniscono un quadro chiaro della situazione attuale e delle potenzialità dell’azienda.

Francesca Magnani

Francesca Magnani

Francesca nasce a Trieste nel...non si dice! Laureata in Scienze della Comunicazione nell'ateneo giuliano si sposta a Udine per arricchire il suo bagaglio culturale con l'esperienza in grafica pubblicitaria. Dopo aver respirato un po' di vita d'agenzia, Francesca arriva e si confronta con il mondo IT dove cresce, mettendo a frutto le proprie capacità nel campo del marketing e della comunicazione. Entusiasta e determinata, Francesca oggi gestisce con sempre maggiore interesse la content & digital strategy di beanTech.

ContattaciContattaci

    Leggi l’Informativa sulla Privacy

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *