Operations Management: vantaggi e soluzioni

Data
21 Feb 2023
Categoria
Articoli
Contattaci
Operations Management: vantaggi e soluzioni

L’operations management (OM) osserva dall’interno la produzione dei beni e guarda nel dettaglio il processo di produzione. Un OM ben strutturato trasforma gli input (materie prime, manodopera e macchine) in output (beni materiali, prodotti, servizi).

Che cos’è l’operations management

Qual è la definizione di Operations Management? E’ un termine che racchiude tutti i processi che riguardano la pianificazione, l’organizzazione e la supervisione dell’intero processo produttivo.

L’obiettivo ultimo è l’ottimizzazione della fase di delivery, il che significa che l’intero processo verrà utilizzato dai vari attori per garantire che la produzione venga eseguita nel modo più efficiente possibile per consegnare le merci in tempo. L’OM rende quindi concreta la promessa fatta al cliente in fase di vendita e ne fidelizza il rapporto offrendo un miglior servizio.

A supporto di supply chain e logistica, l’operations management è l’organo che si assicura che le risorse siano utilizzate con attenzione, bilanciando costi e ricavi e massimizzando il profitto prendendo decisioni fondamentali per il business come: la strategia operativa, la pianificazione della produzione, il controllo della capacità e dell’inventario.

I vantaggi dell’operations management

In generale, l’operations management è oggigiorno una scelta strategica rilevante per le aziende manifatturiere che hanno l’obiettivo di portare la loro produzione ad un livello superiore.

Alcuni vantaggi sono:

  • Gestione della redditività. Ad operations gestite e monitorate correttamente, corrisponde una maggiore comprensione di tutto l’apparato di produzione. Gli stakeholders aziendali potranno quindi basarsi su informazioni coerenti per cercare nuove quote di mercato e proporre nuove idee per i prodotti;
  • Migliore gestione delle risorse. Conoscere bene il processo produttivo comporta anche un approfondimento puntuale sulle capacità di ciascuna risorsa interna per garantire un potenziale massimizzato;
  • Vantaggio competitivo. Un buon coordinamento delle operations porta con sé una gestione più fluida. Consegna dei prodotti in minor tempo, maggiore soddisfazione del cliente che riceverà merci eccellenti rispetto alla competition.

L'operation management è ricco di vantaggi. Quali? Scoprilo con beanTech

Gli svantaggi dell’operations management

Come ogni soluzione aziendale, l’OM ha degli aspetti che possono portare a delle criticità:

  • Dipendenza da organizzazione multi-level. L’implementazione di procedure di gestione operativa e organizzativa prevede anche la presenza di un coordinamento interno ben definito tra i vari reparti. È fondamentale infatti che ciascun attore conosca il proprio ruolo e il proprio raggio d’azione per far sì che il resto dell’ecosistema possa lavorare in sintonia;
  • Errore umano. Fa parte della natura umana commettere degli errori nel compiere delle azioni. In un processo operativo, il problema si presenta spesso nel passaggio dalla produzione alla vendita. L’operation management può venire a supporto in tal senso come coordinatore delle varie aree in modo tale da trasmettere le informazioni necessarie per diminuire il margine di errore.

In generale, per far sì che una strategia di management operativo funzioni è necessario che le risorse interne lavorino all’unisono. Al di là delle scelte scelte aziendali che un’organizzazione decide di prendere, le soluzioni digitali possono essere la vera chiave di volta per il successo andando a rilevare i punti di debolezza ed aiutando un’azienda a superarli facilmente.

Quali sono gli strumenti digitali a supporto dell’operations management?

All’interno del mondo della supply chain, esistono diversi strumenti e software necessari per la gestione delle operationsche riducono efficacemente i costi, eliminano gli sprechi ed ottimizzano l’efficienza di tutto il comparto.

Senza il supporto di questi tools, l’errore (grande o piccolo che sia) può comportare alla perdita di ingenti ricavi e quote di mercato.

  • Tools per un inventario “lean”. La metodologia lean (che potrebbe essere racchiuso in italiano nel concetto di snello) è diventata la più ambita. L’idea è di basarsi sulla creazione di ciò che è necessario al momento, determinato dalla domanda attuale e da ciò che il cliente vuole. Prima si produceva troppo, comportando inefficienza, perdita di tempo e alti costi di stoccaggio. L’utilizzo di tools a supporto di questa metodologia porta ad un ROI riscontrabile da subito nell’efficientamento di tutto il processo.
  • Tools per lo stato delle spedizioni. Questi strumenti sono diventati molto popolari nel settore del manifatturiero, dove le catene di fornitura prevedono un alto volume di spedizioni di vari merci in tutto il mondo. Il tool non solo comunica il momento della consegna, ma può anche rilevare la presenza di eventuali criticità aggiornando in tempo reale l’azienda.
  • Tools per l’elaborazione degli ordini. Questi strumenti sono a supporto di tutto il processo di evasione di un ordine, riducendo i tempi di elaborazione ed eliminando il più possibile i vari “colli di bottiglia” che si possono verificare tra un reparto ed un altro.
  • Tools di previsione della domanda. Gli strumenti di demand planning non solo possono fornire analisi su pratiche passate, ma anche fare previsioni sulla domanda potenziale del futuro. La soluzione fornisce informazioni essenziali per generare un piano di produzione e prepararsi ad una domanda puntuale rispetto alle necessità del mercato.
  • Tools di collaboration. I portali di collaborazione interna e/o esterna sono strumenti ideali per rendere più facile la comunicazione tra i vari reparti. Permettono infatti lo scambio di informazioni in modo facile (anche delle semplici chat o alert) dove ogni utente è aggiornato sullo stato avanzamento di una specifica pratica.

Chi è l’operations manager?

L’Operations Manager cosa fa? Quali sono i suoi compiti? L’operations manager o direttore delle operations si occupa della gestione operativa all’interno di un’azienda. È una figura di alto livello che fa da collante, avendo una visione d’insieme di tutti i processi aziendali con lo scopo di portare sul mercato un prodotto e/o un servizio di qualità.

La sua lista quotidiana di attività può variare a seconda del settore in cui opera, ma le macro-aree di suo interesse sono:

  • Risorse interne. Cercare di gestire le figure a disposizione nel modo più ottimale possibile;
  • Efficienza di produzione. Conoscere il processo di produzione sempre meglio per ottimizzarlo ed evitare sprechi (materie prime, personale, finanza, fatturazione, magazzino, …);
  • Dalla presa in carico, fino all’evasione il direttore operations segue ogni fase e ne determina le tempistiche;
  • Cercare di essere di supporto alle decisioni strategiche per il business, creando una pianificazione di tutte le attività e comunicandole ai vari reparti.

Le soluzioni per l’operations management manufacturing

Le soluzioni beanTech per l'operation management

Gli indicatori di performance (KPI) che un operations manager deve tenere sott’occhio sono molti e spesso si trovano ad essere disaggregati e su fonti dati sparse e diverse (persino cartacee delle volte).

Nel contesto moderno in cui i dati la fanno da padrone, le soluzioni digitali in grado di riunificare all’interno di piattaforme uniche tutto il capitale aziendale sono fondamentali.

Come beanTech, siamo in grado di seguire i processi di manufacturing operations management a 360°.

  • Soluzioni di raccolta dati. Sono strumenti in grado di uniformare la diversità di linguaggi e normalizzare i dati in input e output provenienti da un macchinario. La piattaforma è composta da un layer hardware e un software che si interfaccia con gli applicativi già presenti per fornire informazioni all’operatore bordo macchina.
  • Interconnessione macchine. L’interconnessione dei macchinari è un requisito ormai fondamentale per poter essere compliant da un punto di vista normativo nazionale. La piattaforma beanTech uniforma il flusso dei dati dal campo al management e viceversa.
  • Software APS. Con il supporto di tecnologie leader di mercato, beanTech mette a disposizione dei propri clienti soluzioni di pianificazione e schedulazione della produzione avanzata in grado di pianificare i carichi di impegno delle risorse e della capacità produttiva.
  • Sistemi MOM e MES. Sono tra le piattaforme più complete presenti sul mercato che unificano all’interno di un unico strumento tutti gli aspetti che ruotano intorno di un ciclo produttivo. Sono pensati per aumentare le performance a 360° in ambito qualitativo.
  • Demand planning. Soluzioni che analizzano e reinterpretano I dati storici di vendita di un’azienda per fare delle proiezioni previsionali sulla domanda futura. Queste piattaforme portano con sé vantaggi come: migliore presenza sul mercato, minor stoccaggio di materiale deperibile, migliori accordi quadro con i fornitori, minimizzazione degli scarti.
Vuoi saperne di più?

Siamo a tua disposizione

    Cliccando su “Contattaci” acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali in merito all'informativa sulla privacy.

    oppure puoi chiamarci al numero +39 0432 889787